Invia un articolo Invia una immagine Segnala un sito
America latina on line
America Latina on line

  Home   Immagini Articoli Links  
   Home >> Articoli >> Viaggi >> Organizzare il viaggio >> Raccomandazioni per viaggiare a Cuba

.: Menu :.
Nuovi articoli
Articoli più letti
Articoli più graditi
Invia un articolo


Termini più cercati:
cile
cuba
ecuador
brasile
america latina

Raccomandazioni per viaggiare a Cuba

Questo articolo contiene tutte le raccomandazioni per chi si accinge a viaggiare a Cuba per la prima volta

Documenti di viaggio
Passaporto
E praticamente l'unico documento di cui avrete bisogno, difatti a Cuba il passaporto è di gran lunga il documento più diffuso e riconosciuto per identificare un turista. Il passaporto è pertanto assolutamente obbligatorio ed è necessario disporne di uno valido per tutta la durata del soggiorno. Se avete più di un passaporto, dovrete uscire da Cuba con lo stesso passaporto con cui siete entrati. Se il passaporto scade durante il soggiorno e lo estendete alla vostra ambasciata, è bene conservare la copia del vecchio passaporto, potrebbero esiggervelo al momento del ritorno.
Evitate di andare in giro col passaporto in qualsiasi momento. È un documento prezioso ed è meglio prevenirne la perdita e in definitiva vi servirà solo per richiedere dei servizi o fare delle transazioni. Al limite potreste andare in giro con una fotocopia.
Carta turistica
Oltre al passaporto è anche necessario un documento chiamato carta turistica. Si tratta in realtà di un visto turistico (tali visti hanno la categoria migratoria A1). La carta turistica viene di solito rilasciata dalle agenzie di viaggi o direttamente all'areoporto, può anche essere richiesta nei consolati o ambasciate di Cuba. Viene timbrata all'arrivo a Cuba e ritirata al ritorno.
Il visto turistico ha una durata di 30 giorni estendibili ad altri 30 (il costo dell'estensione è di circa 25 pesos cubani convertibili, ma può variare). Per stare a Cuba più di due mesi è necessario uscire dal Paese e ritornare anche nell'arco dello stesso giorno. I cittadini canadesi ricevono visti turistici (esclusivamente turistici) che durano 90 giorni e che sono estendibili ad altri 90 giorni.
Comunque, una volta entrati a Cuba, il visto turistico non vi verrà chiesto quasi mai, neppure nell'eventualità di un controllo di documenti da parte della polizia, a meno che non vi rechiate presso un ufficio immigrazione per estendere il permesso. Non di meno la carta turistica è obbligatoria per tutti i viaggiatori, bambini compresi.
Se andate in casa di un familiare è invece necessario il visto di categoria A2 che non è altro che una visto turistico di visita familiare. Questo visto dura sempre 30 giorni (estendibili ad altri 30) che siate canadesi o no. Il visto A2 può essere richiesto in consolati o ambasciate cubane se il vostro vincolo familiare è di primo grado. In tutti gli altri casi in cui tale visto è applicabile potrete richiederlo in un ufficio immigrazione cubano dopo essere entrati con un visto turistico. Il prezzo è circa 40 CUC, più cinque del registro di indirizzo. I canadesi che entrano come turisti e cambiano al visto familiare, perdono il loro diritto ai 90 giorni estendibili a 90 e passano a 30 giorni estendibili a 30. Ai cubani che vivono all'estero vengono applicate altre disposizioni che possono dipendere tanto dal governo cubano quanto dal Paese dove vivono.
Patente di guida
Se intendete noleggiare un'auto, allora è necessaria una patente valida. La patente italiana è riconosciuta a Cuba, come la maggior parte delle patenti.
Moneta e cambio
La moneta ufficiale è il peso cubano, ma gli scambi con i turisti avvengono in pesos convertibili. Si tratta di una moneta esistente soltanto a Cuba e non riconosciuta dai tassi di cambio internazionali. Inizialmente, il peso convertibile equivaleva al dollaro statunitense e a Cuba era perfettamente intercambiabile con quest'ultimo, ma a partire dal 21 novembre del 2004 e in seguito a nuove variazioni avvenute l'8 aprile 2005, a causa di nuove disposizioni della banca centrale di Cuba, il valore di tale moneta è superiore a quello del dollaro e leggermente inferiore a quello dell'euro.
Fate attenzione! Il peso cubano nazionale NON è convertibile e, normalmente, non è utilizzato dai turisti i quali, appunto utilizzano il Peso convertibile. Diffidate da eventuali cambiavalute che potreste incontrare e che vi potrebbero propinare un cambio fra euro e pesos cubani nazionali.
Il tasso di cambio tra peso convertibile e peso nazionale varia nel tempo, normalmente fluttua tra i 20 e i 26 pesos nazionali per un peso convertibile. Vi converrà comunque cambiare una parte del vostro denaro in pesos cubanos (moneta nazionale). Esistono dei centri ufficiali che si chiamano Cadecas dove potrete effettuare tale cambio e anche ritirare soldi dalla carta di credito. I pesos cubani servono a molte cose, soprattutto se andate a Cuba non per fare del turismo classico e specialmente se avrete l'opportunità di cucinarvi.
Carte di credito
A Cuba sono accettate solo carte di credito che non siano associate a banche americane (tipo American Express). La Visa e la MasterCard sono ambedue accettate. Ci sono delle commissioni da pagare su ogni transazione, queste commissioni sono soggette a variare nel tempo e di solito vanno intorno al 10%.
Cucina e Ristoranti a Cuba
La cucina cubana è soprattutto d'origine creola, pur derivando da tradizioni africane e spagnole e propone piatti semplici a base di prodotti locali. Per i turisti, il pesce (gamberoni, aragoste, pargo ecc.) cucinato in tutti i modi, è di rigore. Apprezzabile anche la cucina casalinga eventualmente degustabile presso qualche paladares, che propone anche il Congrí (piatto misto di carne, fagioli, riso, talvolta banane verdi); il Fufú - di origine africana - a base di zucche e banane. Ottimi e deliziosi i frutti tropicali. Buona la birra nazionale ed il famoso ron. A Cuba poi esistono svariati ristoranti italiani.
Segue la lista dei ristoranti che a nostro avviso sono i migliori in termini rapporto/qualità prezzo e qualità.
Cliccate nel seguente link (l'informazione si aprirà in una nuova finestra): Ristoranti italiani a Cuba
Ambasciate di Cuba
L'ambasciata di Cuba in Italia si trova in Via Licinia 7, 00153 Roma; tel. 06 571 72 41, fax 574 54 45. Mentre il consolato di Milano è in Via Arco 4, CAP 20121, tel. 02 86 61 67, fax 805 48 26. Per gli altri consolati, informatevi presso il vostro comune, sulle pagine gialle o su internet.
Telefono, chiamate internazionali
Se la chiamata è a carico del destinatario si passa quasi sempre per un centralino. Se disponete a Cuba di una linea interazionale, di un cellulare o di una scheda prepagata potrete disporre della teleselezione (119+39+numero abbonato). Le chiamate internazionali sono alquanto costose. Più conveniente è acquistare le tessere telefoniche prepagate, sia quelle usabili da cabine, sia quelle usabili da telefoni normali tramite composizione di un codice. Potrete richiedere informazioni presso qualsiasi centro telefonico cubano, dall'aereoporto o anche da un hotel. La compagnia telefonica ufficiale a Cuba è ETECSA. Tim, Omnitel, Wind e Blu hanno inoltre aperto un roaming con Cuba, per cui è possibile telefonare e ricevere sul proprio cellulare, dopo aver contratto questo tipo di servizio con il proprio gestore telefonico. E' bene prendere informazioni circa la tariffa che si paga (talvolta può essere salata!).
Clima di Cuba
Tropicale, con temperature tra 25 e 30 gradi. La stagione "secca" (tra virgolette perché a Cuba il clima non è mai secco) va da novembre ad aprile, mentre il resto dell'anno vi è parecchia umidità e forti, ma brevi, rovesci temporaleschi. Cuba è anche uno dei paesi a forte rischio di cicloni e uragani (la stagione dei disastri atmosferici comincia a giugno e finisce a novembre), sebbene a Cuba esistano ottime misure di protezione contro i cicloni. Tra dicembre e gennaio c'è anche un periodo di modesto freddo (può scendere a 10 gradi e a volte a 5). Freddo umido e alquanto fastidioso, ma intermittente, cioè esistono periodi di freddo di tre o quattro giorni (chiamati frente frio), poi tutto torma alla normalità cioè un clima mite d'inverno e un caldo sopportabile. Di solito i frentes frio sopraggiungono dopo giornate piovose, ma non è una regola.
Periodo migliore per viaggiare a Cuba
Decisamente la stagione fresca, a meno che non siate dei fanatici della spiaggia che amano arrostirsi al sole. Da fine novembre a metà aprile, e in particolare da metà febbraio, è generalmente la stagione migliore sia per un viaggio di interesse generale a Cuba che per una vacanza al mare. La temperatura è mite, con massime tra 26 e 29 gradi, e quella del mare oscilla attorno ai 25-27° C. Le piogge sono scarse, 3-6 giorni al mese, e di poca entità, anche se ci sono periodi in cui sono persistenti. In generale, il clima è umido tutto l'anno, specialmente da maggio a ottobre. Tenete conto che nella costa sud-orientale le medie di temperatura sono ci circa 6/7 °C più elevate rispetto a quella nord-occidentale e che noi qui ci riferiamo esclusivamente a queste ultime e, in modo particolare, a quelle dell'Avana.
Lingua ufficiale di Cuba
Lo Spagnolo. L'inglese e l'italiano sono abbastanza diffusi e (talvolta anche il francese) negli ambienti turistici.
Ora locale a Cuba
6 ore in meno rispetto all'Italia. Però ultimamente a Cuba si usa eternamente l'ora legale, per cui considerate 5 ore quando in Italia non c'è l'ora legale.
Voltaggio usato a Cuba
110 volts. Dal momento che le prese di corrente sono di tipo americano, occorre, oltre a un trasformatore, anche un adattatore per le nostre spine, sebbene in diversi hotel venga usata esclusivamente l'alimentazione a 220 volts (anche se non necessariamente con la spina europea), oppure tutte e due.
Shopping a Cuba
Le "tiendas" per i turisti, sono fornite non solo di tutti gli articoli occorrenti in vacanza, ma anche di immancabili souvenir, nonchè generi di necessità per la popolazione cubana. Per acquisti di sigari, possono essere effettuati negli appositi negozi (così eviterete sicure fregature), la stessa cosa vale per il famoso ron cubano che dovrebbe essere comprato esclusivamente alla "tienda" e mai per strada.
Divertimenti a Cuba
Nelle principali località balneari, esiste la possibilità di praticare tutti gli sport acquatici (vela, pesca d'altura. surf, moto d'acqua, paracadute ascensionale ecc.), ma anche negli altri contesti di Cuba il divertimento non manca: musica e balli in discoteche e ritrovi (alcuni esclusivamente a beneficio dei turisti) sono così diffusi che non c'è che l'imbarazzo della scelta.
Religione a Cuba
La maggioranza della popolazione crede e pratica il sincretismo, che è una religione che miscela il cattolicismo con i riti africani importati ai tempi degli schiavi.
Abbigliamento a Cuba
Informale. Da considerare che si sta ai tropici e, quindi, difficilmente si useranno giacca e cravatta. Comodo un golfino per le serate più umide dell'inverno e un kway per ripararsi da eventuali acquazzoni.
Cosa portare a Cuba
Sapone di Marsiglia
Potrete utilizzarlo per lavarvi e per lavare la biancheria, occupando poco spazio.
Mollette
Per il bucato tenendo in considerazione il fatto che, in alcuni periodi, l'umidità è alta e pertanto gli abiti ci mettono molto per asciugarsi.
Abiti vecchi
Che, una volta utilizzati a Cuba, li potete regalare.
Guida turistica
Ce ne sono di diverse fatture. Vi suggeriamo, comunque, di leggerla prima della partenza per essere un pò consapevoli di cosa vedere e fare.
Cuba e le mance
Tenete conto che il salario ufficiale dei cubani è molto basso. Ovvio supporre che molti cubani preferiscono socializzare con i turisti per guadagnare (o elemosinare) soldi e regali. Molti di loro vi propineranno storie di fame e miseria, in realtà non è così.
In generale, le mance sono molto ben accette in cambio di piccoli favori che potreste ricevere, mentre sono di rigore all'interno di complessi turistici come alberghi e ristoranti.
Il trasporto a Cuba
Il trasporto a Cuba è un problema. Gli autobus sono scarsi e si riempiono molto. Per questa ragione non è solito tra i turisti viaggiare in autobus, tranne qualche originale. Di solito i turisti viaggiano in taxi, oppure noleggiano un auto. Esistono due tipi di taxi: quelli in comune, dove le destinazioni sono fisse come per gli autobus e dove ognuno paga 10 pesos cubani e talvolta 20 a seconda della distanza e quelli ufficiali che sono individuali, si pagano in pesos convertibili e sono più cari (ma non tanto come in Italia). Di solito i turisti viaggiano soprattutto in taxi ufficiali.
Taxi, mance e trappole da evitare
Nei taxi in comune non si pagano mance. In quelli ufficiali potrete dare una piccola mancia, se il tassista usa il tassametro. Altrimenti se negoziate una tariffa per la corsa, non ci sarà bisogno di dare alcuna mancia, giacchè quando è così, i tassisti guadagnano personalmente l'intero prezzo della corsa. Ma fate attenzione! Dovrete negoziare una tariffa soltanto quando questa è equivalente o minore rispetto a quella del tassametro e negoziare solo quando più o meno conoscete già il prezzo della corsa. Molti tassisti si approfittano dei turisti facendo loro pagare un dollaro o due in più rispetto alla tariffa ufficiale e ci sono anche tassisti che vi chiederanno il doppio! (Atteggiamento scorretto dei tassisti e molto comune anche in Messico). Se non avete idea del prezzo della corsa, esigete il tassimetro a meno che non ve ne importi nulla di pagare pesos extra. Ma il problema non è tanto pagare un pesos in più o in meno, è che molti cubani sono dei presuntuosi che si credono più furbi rispetto ai turisti e li considerano degli imbecilli. Evitate di fare questa brutta figura. E non dimenticate che negoziare tariffe a Cuba è anche illegale.
Aeroporti a Cuba
L'aeroporto dell'Avana si trova a 18 km dalla città, mentre quello di Santiago de Cuba dista circa 15 Km. Una corsa in taxi tipica dall'Avana all'aeroporto costa dai 15 ai 20 pesos cubani convertibili e nel caso di Santiago, i prezzi sono analoghi. Ricordatevi di tenere 25$ per pagare le tasse aeroportuali del volo di rientro.
Da evitare a Cuba
Girare con molti soldi e il passaporto in tasca. Non è intelligente, soprattutto per chi si ubriaca facilmente e perde la testa. A Cuba entrambe le cose non sono così improbabili. Fate sempre attenzione: molti turisti spogliati di tutto fanno la fila alle rispettive ambasciate alla disperata ricerca di aiuto.
È vietato fotografare persone in uniforme, stabilimenti militari ed edifici pubblici (aeroporti, ponti ecc.).
Le infrazioni alla legge sugli stupefacenti sono punite molto severamente già a partire da una quantità minima di qualsiasi tipo di droga (fino a 30 anni di detenzione); in alcuni casi può essere inflitta la pena capitale.
Gli stranieri coinvolti in incidenti stradali con vittime o morti non possono lasciare Cuba durante tutta la durata dell'inchiesta e del processo, che possono protrarsi per mesi, quindi fate più attenzione che altrove.
Vaccinazione e sanità a Cuba
Vaccinazioni
Nessuna. Lo statuto di sanità pubblica a Cuba è al di sopra della media. Non ci sono malattie endemiche e in caso di problemi di salute non è difficile trovare un buon medico. Certo, è buono portarsi dietro le solite medicine personali e anche un antirepellente contro le zanzare. A Cuba, alcune zanzare trasmettono il dengue, comunque nelle città il tasso di zanzare si mantiene basso. L'aids è abbastanza controllato, ma in generale è sempre meglio proteggersi sempre.
Rischi sanitari
Dengue,epatite A, tifo, influenze. E' bene portarsi dietro una piccola ed essenziale dotazione di medicinali. Ecco un elenco di ciò che potrebbe esservi utile:
Aspirina o Tachipirina per febbre e dolori. Antistaminici (Polaramin, Zirtec) - utili come decongestionanti per raffreddori allergici, orticaria e allergie. Gli antistaminici possono provocare sonnolenza e interagire con l'alcol, quindi vanno assunti con cautela. Se possibile, sceglietene uno che avete già utilizzato in passato e che conoscete bene.
Un prodotto tipo Xamamina o Transcop - per prevenire il mal d'aria o d'auto. Antibiotici - utili se viaggiate in zone isolate, ma devono essere acquistati con la ricetta medica, che dovete portare a Cuba. Antibiotici intestinali (Bimixin, Normix, Rifacol) - per curare varie forme di diarrea del viaggiatore.
Preparati a base di caolino (Kao Pront) o di loperamide (Imodium, Dissenten) - per alleviare i sintomi della diarrea, e a base di metaclopramide (Plasil) - contro la nausea e il vomito. Anche una buona purga può talvolta esservi utile, visto che la stitichezza eccessiva è un problema a rischio a Cuba.
Soluzioni reidratanti - per il trattamento della diarrea grave, particolarmente importanti se viaggiate con bambini.
Antisettici, mercurocromo e polveri antibiotiche o altri spray secchi del genere - per disinfettare tagli e graffi.
Una pomata antistaminica (Fargan, Polaramin) - per calmare irritazioni e prurito dovuti a morsi o punture di insetti.
Complessi multivitaminici - da assumere durante i lunghi spostamenti, quando l'assunzione di vitamine durante i pasti può essere insufficiente.
Garze e cerotti - per piccole ferite. A Cuba non si trovano facilmente.
Polveri antimicotiche - per i piedi e l'inguine.
Forbici, pinzette e un termometro (ricordate che i termometri al mercurio sono proibiti da alcune linee aeree).
Insettifughi (Autan Extreme), creme protettive e lozioni per il sole, creme contro le screpolature e compresse o soluzioni per disinfettare l'acqua (Steridrolo, Amuchina).
Siringhe sterili per qualsiasi emergenza (di cui almeno una sufficientemente grande per un eventuale prelievo per l'esame del sangue; quelle usate normalmente per le iniezioni sono troppo piccole).

Autore: Danilo Renzi
Copyright: www.lacoronacion.com
Il: 13/06/2007
Visite: 10475
Tot. voti: 0
Voto medio: 0

Stampa     Invia ad un amico     Vota questo articolo


Torna indietro

Imposta come pagina iniziale Aggiungi ai preferiti Privacy Disclaimer Segnalazioni utenti Promuovi il tuo sito © 2000 - 2019 Alol.it MaxWebPortal Snitz Forums Vai all'inizio della pagina